Ondate di calore: informazioni e suggerimenti su come contenere i rischi

Anche quest’anno è opportuno ricordare le norme utili a limitare gli effetti negativi sulla salute, soprattutto delle persone anziane, da parte delle cosiddette “ondate di calore”.

Data di pubblicazione:
10 Luglio 2024
Ondate di calore: informazioni e suggerimenti su come contenere i rischi

Per ridurre il più possibile i rischi connessi a queste situazioni, le Amministrazioni Comunali hanno creato una rete di protezione per gli anziani soli e con problemi di salute, in collaborazione con la Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria di Bologna, l’Azienda USL di Bologna e l’Agenzia Regionale per la Prevenzione, l’Ambiente e l’Energia (ARPAE) dell’Emilia-Romagna.

In particolare, nei Comuni afferenti all’Unione dei Comuni  Savena-Idice gli anziani potranno contattare i riferimenti riportati, a seconda del proprio comune di residenza:

  • Comune di Pianoro: Sportello Sociale Tel.: 051 652 9163
  • Comune di Ozzano: Sportello Sociale Tel.: 051 79 1385
  • Comune di Monghidoro: Sportello Sociale Tel.: 051 655 5639
  • Comune di Monterenzio: Sportello Sociale Tel.: 051 929002
  • Comune di Loiano: Sportello Sociale Tel.: 051 654 3606

Inoltre, su tutto il territorio dell’Azienda USL, è attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.00 e il sabato dalle 8.30 alle 13.00, un numero verde gratuito:

800 562 110

al quale è possibile chiedere informazioni e suggerimenti su come comportarsi e sulle risorse offerte dalle strutture pubbliche e dal volontariato per aiutare gli anziani.

Particolare attenzione va prestata nei confronti dei bambini molto piccoli, degli anziani con patologie croniche (ad esempio i diabetici che devono assumere insulina o i soggetti con scompenso cardiaco), di chi ha difficoltà ad orientarsi nel tempo e nello spazio e delle persone non autosufficienti. Attenzione anche per gli anziani che vivono da soli e le persone che lavorano all’aperto o in ambienti in cui c’è produzione di calore.

L’ondata di calore provoca vari disturbi, tra i quali la diminuzione della pressione del sangue, dando luogo ad un senso di debolezza, vertigini, annebbiamento della vista. È utile in questi casi sdraiarsi e sollevare i piedi, ed eventualmente rivolgersi al proprio medico curante.

Di seguito si riportano le precauzioni suggerite dall’Azienda USL da adottare in caso di ondate di calore:

  • bere molto e spesso anche quando non si ha sete, salvo diverso parere del medico, evitando bibite gassate o contenenti zuccheri e in generale le bevande ghiacciate o fredde;
  • evitare alcol e caffeina;
  • fare bagni o docce con acqua tiepida per abbassare la temperatura corporea;
  • evitare di uscire nelle ore più calde della giornata (dalle 11 alle 18);
  • utilizzare climatizzatori regolando la temperatura dell’ambiente con una differenza di non più di 6/7 gradi rispetto alla temperatura esterna;
  • se si usano ventilatori per far circolare l’aria, non rivolgerli direttamente sul corpo.

In ogni caso, i servizi sopra indicati, ed in particolare il numero telefonico gratuito, sono sempre a disposizione per ogni esigenza di informazioni o di richiesta di supporto.

 

Ultimo aggiornamento

Mercoledi 10 Luglio 2024